TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Gli attacchi aerei israeliani hanno spazzato via la famiglia di un importante medico di Gaza. Solo suo figlio adolescente è sopravvissuto

F

O per dodici ore, Omar Abu Al-Auf, 17 anni, si è aggrappato al corpo della sorella defunta, mentre erano sospesi sotto un misto di pavimenti, soffitti e muri di cemento che crollarono su di loro.

Tra i detriti maciullati sopra di lui, anche il suo vicino era vivo, ma era appeso a testa in giù tra le ruggenti pareti d’acciaio ei mattoni.

A pochi metri di distanza, suo padre, il dottor Ayman Abu Al-Auf, uno dei migliori medici di Gaza che aveva a che fare con la crisi del Coronavirus, è stato schiacciato a morte.

Il famoso paramedico è stato ucciso insieme ad altri 12 membri della sua famiglia allargata, poiché l’edificio a più piani in cui vivevano in Al Wahda Street a Gaza City è stato completamente distrutto da un’ondata di attacchi aerei.

Omar ha detto: “Quando il secondo missile è caduto, ho cercato di prendere mia sorella tra le braccia per proteggerla, ma il terzo missile ha causato questo muro di fuoco e il pavimento è scomparso”. L’indipendente Dal suo letto d’ospedale.

Un quarto missile ha colpito l’edificio, distruggendo tutto.

Lo studente del liceo, il cui braccio era rotto e le gambe gonfie per i lividi, ha parlato dallo Shifa Hospital dove era in cura e dove suo padre lavorava come capo della medicina interna.

Tutta la sua famiglia, compresi i suoi genitori, due fratelli e nonni, è stata spazzata via dai bombardamenti. Solitario, Omar fatica a capire che è l’unico sopravvissuto.

Voglio solo sapere perché hanno preso di mira la mia famiglia? Siamo normali civili, dottori. “

“Che errore abbiamo fatto per meritarlo?”

Lunedì scorso sono scoppiati alcuni dei più feroci combattimenti mai registrati tra i militanti di Gaza e l’esercito israeliano, al culmine delle settimane di disordini a Gerusalemme.

Venerdì mattina presto l’Egitto ha finalmente raggiunto un fragile cessate il fuoco.

Dopo 11 giorni, più di 248 palestinesi sono stati uccisi, tra cui 66 bambini e 39 donne, secondo il ministero della Salute di Gaza.

I medici hanno detto che una raffica di razzi senza precedenti ha ucciso 12 persone in Israele. Tra i morti c’erano due bambini e un soldato.

Ma mentre la tregua ha messo a tacere i lanciarazzi e fermato gli aerei da guerra, le famiglie di Gaza le cui case e vite sono state colpite dai bombardamenti devono ora fare i conti con l’entità della distruzione. Circa 2.500 persone sono permanentemente senzatetto, mentre decine di migliaia sono state temporaneamente sfollate. Le autorità stanno ancora rimuovendo i morti, alcuni dei quali militanti, dalle macerie.

E così, venerdì, con le famiglie che finalmente lasciavano le loro case per valutare i danni alle loro vite, molti si sono interrogati con rabbia su quale dei tanti bersagli fosse.

Il bombardamento di Al-Wadaa Street il 16 maggio, un quartiere civile densamente popolato e strada principale nella città più grande di Gaza, ha suscitato particolare rabbia dentro e fuori Gaza. È stato uno degli episodi più intensi e controversi dei bombardamenti israeliani in questo violento conflitto che ha ucciso più di 40 persone.

Gli attacchi aerei hanno trasformato una delle strade più trafficate di Gaza e il principale punto di accesso al principale ospedale di Shifa nella Striscia, in una vista del cratere sulla superficie della luna. Al posto dei blocchi residenziali, ci sono pali di cemento deformato orlati con trecce di rinforzo in acciaio e scarti di effetti personali.

READ  Il cessate il fuoco tra Kirghizistan e Tagikistan continua dopo una giornata di pesanti combattimenti | Kirghizistan

In un buco di 30 piedi, un tubo rotto ha fatto sbadigliare acqua sporca per la strada. Al-Azza, o preghiera funebre, dove i parenti si riuniscono per ricordare le decine di morti di una notte di bombardamenti, dalle misere barriere coralline lungo la strada.

Secondo Amnesty International, due edifici residenziali appartenenti alle famiglie Abu al-Auf e al-Kulaq furono completamente distrutti da quella notte di attacchi aerei – uccidendo 30 persone – 11 dei quali bambini.

Allo stesso modo, è stato ucciso anche il dottor Moein Ahmed Al-Aloul, l’unico neurologo di Gaza, insieme ai suoi cinque figli e alla moglie.

All'indomani di un attacco aereo su Gaza City

All’indomani di un attacco aereo su Gaza City

(Bill True)

MSF ha detto che la stessa notte dell’attentato, una strada remota ha distrutto anche una delle sue cliniche, che forniva cure per traumi e ustioni, lasciando la stanza di sterilizzazione “completamente inutilizzabile”.

Hanno detto testimoni e sopravvissuti L’indipendente Nessuno degli edifici o delle cliniche è stato avvertito prima degli scioperi.

Alla domanda sullo scopo dell’attacco, l’IDF ha detto che Hamas, il gruppo armato che gestisce Gaza, ha la responsabilità di “collocare intenzionalmente le proprie infrastrutture militari sotto le abitazioni dei civili, mettendo così in pericolo i civili”.

Ha detto che un’indagine “preliminare” sull’attacco ha concluso che gli aerei israeliani hanno bombardato “infrastrutture militari sotterranee” che erano sotto la strada.

“Le installazioni militari sotterranee sono crollate, portando al crollo delle fondamenta delle case civili su di esse, e vittime non intenzionali”, si legge nel comunicato.

“Il punto di [Israeli army] Il colpo è stato l’infrastruttura militare. L’esercito israeliano spera di evitare il più possibile vittime civili “.

Ma per le famiglie che sono state sorprese nel bombardamento dell’edificio che Abu Al Auf ha descritto come casa, è stato devastante.

Riad Shkontina, 42 anni, la cui famiglia vive su un piano sopra il dottor Abu Al-Auf, ha detto che l’ultima cosa che ricordava era di aver visto sua moglie cercare di rimuovere i suoi figli da sotto le macerie del primo attacco aereo prima che un secondo missile avesse livellato l’intero edificio.

Disse: “Stava urlando, e poi il terreno è caduto sotto i miei piedi”.

“Hanno trovato mia figlia Suzy a testa in giù con la testa tra due pillole, cosa che l’ha salvata. Sono stata sotto le macerie per sei ore e mia figlia per dieci ore.”

Riad Shkontina, 42 anni, la sua famiglia viveva su un piano sopra il dottor Abu Al-Auf, e anche lui è stato ucciso nell’attacco

(Bill True)

Gli altri quattro bambini e sua moglie sono stati uccisi.

Quindici minuti dopo lo sciopero, Muhammad, lo zio di Omar, era tra coloro che scavano disperatamente tra le macerie per trovare i sopravvissuti intrappolati.

“Questa famiglia è tra le famiglie più istruite e dedite a Gaza”, ha detto. L’indipendente Mentre era in piedi accanto al cratere dove si trovava l’edificio.

Il dottor Ayman e suo padre, anch’egli ucciso, hanno ricevuto offerte di lavoro medico all’estero, ma si sono rifiutati di prendersi cura dei palestinesi qui.

“Non è una perdita per noi come famiglia, ma piuttosto una perdita per l’intera Gaza”.

Tornato ad al-Shifa, Omar viene accudito dai suoi zii, che ora sono l’unica famiglia che gli è rimasta.

“Vorrei sapere perché hanno deciso di uccidere tutta la mia famiglia?

Perché mi hanno trasformato in un orfano a soli diciassette anni?

“Cosa abbiamo fatto per meritarcelo?”