TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Evita il rimpianto per le ricette: come registrare e memorizzare le ricette della tua famiglia | cibo

Lisa Goldberg prova ancora rimorso quando pensa alle ricette di sua zia che non è riuscita a registrare. “Mia zia era la migliore chef… [but] Ho ricevuto solo alcune ricette da lei.”

Lisa Goldberg (all'estrema sinistra) è un membro fondatore del Monday Morning Cooking Club, che raccoglie e conserva ricette ebraiche.
Lisa Goldberg, all’estrema sinistra, è un membro fondatore del Sunday Morning Cooking Club, che raccoglie e conserva ricette ebraiche. Fotografia: Alan Benson

Goldberg, membro fondatore di Lunedì mattina Cooking Club, un’organizzazione senza scopo di lucro dedicata a coltivare e documentare le ricette delle cucine ebraiche in tutta l’Australia e nel mondo, non vuole che i suoi figli abbiano lo stesso “rimpianto della ricetta”: il tipo speciale di dolore che provi quando hai perso un’opportunità per registrare una ricetta e non poterla recuperare.

Se alcune delle ricette della tua famiglia rimangono non scritte o scritte su pezzi di carta, ecco alcuni modi per registrarle, farle rivivere e conservarle per evitare rimpianti per te e le generazioni future.

Organizzazione

Prima di registrare le ricette della tua famiglia, scrivi un elenco delle persone di cui vuoi documentare le ricette e i piatti specifici che vorresti raccogliere.

Quindi, fissa un appuntamento regolare per ritirare quelle ricette, di persona o tramite una videochiamata. È così che la scrittrice e autrice Jacqueline Kruppie ha registrato le sue ricette di Nonna, che sono apparse nel libro Nonna Knows Best.

“Vado in giro per la casa di nonna ogni domenica e cucinavo con lei”, dice Karroubi. Nonna scriveva le sue ricette e disegnava immagini per catturare i dettagli di tecniche come impastare.

Salvato per dopo: l’elenco settimanale delle letture imperdibili

Per la chef e scrittrice gastronomica australiana-indonesiana-cinese Lara Lee, la scoperta dei libri di ricette scritti a mano della nonna defunta in Indonesia ha ispirato il primo libro di cucina Coconut and Sambal. Per scriverlo, ha trascorso sei mesi in Indonesia. Lee ha imparato a cucinare le ricette di sua nonna non solo dai suoi libri di cucina, ma anche con l’aiuto delle zie e degli zii. Rivedrebbero i libri di ricette di sua nonna e mi sceglierebbero la ricetta che voleva imparare.

“Guardavano quello che ho scritto e mi dicevano… come l’hanno imparato”, mi dice.

Lara Lee ha arruolato i suoi prozii e zii per aiutarli a preparare le ricette dai libri di ricette di sua nonna
Lara Lee ha arruolato le zie e gli zii per aiutarli a creare ricette dai libri di ricette di sua nonna. Foto: Issey Crocker

Scrivi finché non è corretto

Devi padroneggiare la ricetta facendola da solo. Durante il test delle ricette, Goldberg mette in guardia dal fare affidamento solo su note scritte a mano. Racconta la storia della ricetta che le ho inviato. Dopo diversi tentativi per ottenerlo, non ha funzionato. Quando ho mostrato alla persona ciò che aveva scritto, sono stati in grado di chiarire le cose. “Non intendevo una tazza di farina. No, intendevo mezza tazza di latte di mandorle.”

Se non riesci a tornare dalla persona che ti ha insegnato la ricetta, Goldberg consiglia di consultare uno chef o uno chef. Se c’è una ricetta che non può ricreare, come una pasticceria per esempio, Goldberg dice che chiederà a un esperto. “Vado dal tizio che possiede Marta…una bellissima pasticceria italiana. Lo vedrò, gli dirò il problema e gli dirò ‘Puoi aiutarmi?'” Rivisitando la ricetta con qualcun altro ti aiuterà a recuperare i passaggi che hai perso in modo da farlo bene.

chiama ricetta

Se perdi le ricette della tua famiglia, potrebbero non essere perse per sempre. Krupi suggerisce di far rivivere le ricette perdute attraverso libri di cucina o anche corsi di cucina. Leggendo, assaggiando e preparando le cucine della tua eredità, puoi risvegliare le ricette nella tua memoria.

La ricerca e la degustazione del cibo del tuo patrimonio culturale può aiutare a dare vita alle ricette, afferma Jacqueline Croppy.
Jacqueline Croppy afferma che la ricerca e la degustazione del cibo del proprio patrimonio culturale può aiutare a dare vita alle ricette

Un altro modo è scrivere tutto ciò che ricordi del piatto. Pensa a sapori, aromi o gusti e dettagli come l’aspetto del piatto e come si chiamava. Anche se non hai una famiglia vivae Con queste informazioni, puoi cercare online o raggiungere persone tramite gruppi di Facebook che potrebbero aiutarti a conoscere il piatto.

Immergersi nel cibo della tua cultura può riconnetterti con il tuo passato.

Goldberg ricorda la madre di sua cognata Elizabeth. “Preparava incredibili pancake ai semi di papavero e alle noci… davvero eccezionali e unici nel loro genere”, afferma Goldberg.

Guida veloce

Come ricevere le ultime notizie da Guardian Australia

mostrare

Foto: Tim Robberts/pietra RF

Grazie per il tuo feedback.

Goldberg ha registrato la ricetta con Elizabeth quando era ancora viva e ha anche appreso la storia dietro di essa. Elizabeth Goldberg ha raccontato come è sopravvissuta all’Olocausto e che i suoi genitori sono stati assassinati nei campi. Quando venne in Australia negli anni ’50, non era niente. “Niente soldi, niente vestiti… niente ricette”, dice Goldberg.

Un pomeriggio a Sydney, a casa di un’amica, a Elizabeth fu servita una torta che le ricordava sua madre. Non lo possedeva da anni e pensava di essersi persa. Assaporando questa opportunità, ha ottenuto la ricetta e da quella è stata in grado di ricreare la versione di sua madre.

ben conservato

I libri di cucina Heirloom sono libri di cucina che contengono antiche ricette di famiglia che sono state tramandate di generazione in generazione. Se la tua famiglia è abbastanza fortunata da averne uno, ma teme che la tua unica copia venga danneggiata o persa, Alice Cannon, ricercatrice in materia di conservazione della carta e presidente dell’Australian Institute of Cultural Materials Conservation (AICCM), suggerisce di scattare foto di ogni pagina.

Se l’originale necessita di riparazione, è possibile individuare uno specialista di manutenzione privato tramite AICCM Database ricercabile. Per quanto riguarda la conservazione, Canon consiglia di utilizzare una scatola calda al riparo dalla luce e dalla polvere.

Cannon suggerisce di utilizzare un servizio fotografico di stampa su richiesta (ce ne sono molti disponibili online per creare una nuova “versione da cucina”) e cucinare con una ricetta di famiglia regolarmente conserverà cimeli e ricordi.

READ  I parlamentari affermano che i passaporti Covid saranno discriminatori e dovrebbero essere eliminati Politica sanitaria