TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Dua Lipa SLAMS che ha criticato la loro posizione sul conflitto israelo-palestinese in un comunicato stampa

Dua Lipa ha criticato un’organizzazione che ha pagato per una pubblicità a tutta pagina sul New York Times che ha descritto come antisemita per il suo sostegno alla Palestina nel conflitto in corso con Israele.

Nella pubblicità, il rabbino Shmuli Potitch, capo del Global Values ​​Network, ha scelto Doaa, 25 anni, che si opponeva a Gigi e Bella Hadid, come tre “grandi influencer” che “accusavano Israele di pulizia etnica” e “denigrando lo stato ebraico. “

Doaa – che sta uscendo con il fratello di mia sorella, Hadid Anwar – ha rilasciato una dichiarazione in cui condanna l’annuncio, che ha detto conteneva “distorsioni palesi di chi sono”.

Risposta: Dua Lipa ha criticato un’organizzazione che ha pagato per una pubblicità a tutta pagina sul New York Times descrivendola come antisemita per il suo sostegno alla Palestina nel conflitto in corso con Israele

Dichiarazione: Doaa ha rilasciato una dichiarazione domenica in cui critica l'annuncio, che ha detto conteneva `` palesi distorsioni di chi sono ''.

Dichiarazione: Doaa ha rilasciato una dichiarazione domenica in cui critica l’annuncio, che ha detto conteneva “ palesi distorsioni di chi sono ”.

Ha scritto: “ Respingo totalmente le false e orribili accuse fatte oggi nella pubblicità del New York Times dal Global Values ​​Network.

Questo è il prezzo che paga per difendere i diritti umani dei palestinesi contro un governo israeliano le cui azioni in Palestina accusano sia Human Rights Watch che l’organizzazione israeliana per i diritti umani B’Tselem di persecuzione e discriminazione.

Prendo questa posizione perché credo che tutti – ebrei, musulmani e cristiani – abbiano il diritto di vivere in pace con cittadini uguali del Paese di loro scelta.

Il Global Values ​​Network usa sfacciatamente il mio nome per rafforzare la sua brutta campagna con bugie e false dichiarazioni flagranti su chi sono e cosa rappresento.

READ  Apple sta proiettando un film con Jennifer Lawrence nei panni di un'agente di Hollywood

“Sono solidale con tutti gli oppressi e rifiuto ogni forma di razzismo”.

Doaa ha affrontato accuse di antisemitismo dopo aver espresso sostegno alla Palestina sui social media usando l’hashtag #SaveSheikhJarrah – un riferimento al quartiere di Gerusalemme dove i palestinesi devono affrontare lo sfratto.

Le tensioni sono aumentate in Medio Oriente dal 10 maggio, quando i militanti di Hamas a Gaza hanno lanciato missili a lungo raggio verso Gerusalemme.

Questo attentato è avvenuto dopo giorni di scontri tra manifestanti palestinesi e la polizia di occupazione nel complesso della moschea di Al-Aqsa.

Venerdì è stato dichiarato un cessate il fuoco. La guerra di 11 giorni ha provocato la morte di oltre 250 persone – la stragrande maggioranza dei palestinesi – e ha provocato una devastazione diffusa nella Striscia di Gaza, controllata dal Movimento di resistenza islamica (Hamas), che è già impoverita.

Sopra appare un annuncio a tutta pagina del New York Times che critica Dua e le sorelle Hadid

Sopra appare un annuncio a tutta pagina del New York Times che critica Dua e le sorelle Hadid

Il rabbino Shmuli Poti, presidente del Global Values ​​Network, sta con l'annuncio

Il rabbino Shmuli Poti, presidente del Global Values ​​Network, sta con l’annuncio

Dua ha scritto nella sua dichiarazione:

“Respingo completamente le false e orribili accuse fatte oggi nella pubblicità del New York Times pubblicata dal Global Values ​​Network”, ha scritto Dua nella sua dichiarazione.

Il conflitto si è esteso anche al suolo americano, con entrambe le parti che hanno marciato a livello nazionale.

Bella ha ricevuto critiche in passato per aver condiviso un disegno che diceva che Israele non è un paese, poiché è stata accusata di antisemitismo.

Dopodiché ha preso Instagram, ha condiviso un selfie con le lacrime agli occhi e ha scritto: “ Sento un profondo senso di dolore per la Palestina e per i miei fratelli e sorelle palestinesi oggi e ogni giorno. Guardare questi video divide fisicamente il mio cuore in 100 pezzi diversi.

READ  Che aspetto ha l'"uomo perfetto" adesso?

Non puoi permetterti di essere insensibile nel guardare la vita umana essere uccisa. Non puoi proprio. La vita dei palestinesi è la vita che aiuterà a cambiare il mondo. E ci vengono tolti dal secondo. #Palestina libera’

Bella Hadid ha pubblicato questa sua foto durante una protesta pro-palestinese a New York City

Bella Hadid ha pubblicato questa sua foto durante una protesta filo-palestinese a New York City

Critica: Bella Hadid è stata criticata in passato per aver partecipato a un'estrazione dicendo che Israele non è uno stato e accusata di antisemitismo a causa di ciò

Critica: Bella Hadid è stata criticata in passato per aver partecipato a un’estrazione dicendo che Israele non è uno stato e accusata di antisemitismo a causa di ciò

Retorica pericolosa: si dice che il post di Bella abbia infiammato una situazione geopolitica altamente carica e abbia contribuito all'ascesa dell'antisemitismo su scala globale.

Retorica pericolosa: si dice che il post di Bella abbia infiammato una situazione geopolitica altamente carica e abbia contribuito all’ascesa dell’antisemitismo su scala globale.

'Colonialismo israeliano': il modello mostrava 10 illustrazioni che affermavano che Israele è responsabile della 'pulizia etnica' e non era uno stato ma una terra colonizzata dai colonialisti

‘Colonialismo israeliano’: il modello mostrava 10 illustrazioni che affermavano che Israele è responsabile della ‘pulizia etnica’ e non era uno stato ma una terra colonizzata dai colonialisti

Ritirare le sue dichiarazioni: il disegno le ha fatto ricevere molti contraccolpi online, che l'hanno spinta a cancellarlo

Ritirare le sue dichiarazioni: il disegno le ha fatto ricevere molti contraccolpi online, che l’hanno spinta a cancellarlo

Giorni prima, una socialite cresciuta a Malibu si è trovata in difficoltà dopo aver condiviso un disegno che gli utenti di Instagram avevano criticato per aver contenuto metafore antisemite – leggendo il post multi-segmento (tra le altre cose) che Israele non era un paese ed era una terra coloniale.

Si dice che le sue pubblicazioni sullo stato-nazione – istituite nel 1948 – abbiano innescato la situazione precaria e contribuito all’aumento dell’antisemitismo su scala globale.

Suor Gigi Hadid è stata anche accusata di perpetuare l’antisemitismo sui social media e ha risposto pubblicando uno screenshot della sua sezione commenti sabato mattina.

Risposta: Anche suor Gigi Hadid è stata accusata di antisemitismo sui social media e sabato ha risposto pubblicando uno screenshot per la sua sezione commenti.

Risposta: Anche suor Gigi Hadid è stata accusata di antisemitismo sui social media e sabato ha risposto pubblicando uno screenshot per la sua sezione commenti.

TAKHEAK: Un follower ha scritto al post

Takhkeen: Uno dei seguaci ha scritto sul post, “Un altro famoso antisemita”, e un altro ha commentato: “Rimarremo in Israele, non importa quanto cercherai di uccidere noi, la nostra terra e il nostro dare “su di esso”.

Un seguace ha scritto nel post, “Un altro famoso antisemita”, e un altro ha commentato: “Rimarremo in Israele, non importa quanto cercherai di uccidere noi, la nostra terra e il nostro paese, e non ci arrenderemo. . “

Gigi ha risposto: ‘Condanno l’antisemitismo. Non sto cercando di ucciderti, e non lo vorrò mai. Non desidero più morte per gli israeliani, come mi sento per i palestinesi. Quello che voglio è la parità di diritti per i palestinesi.

E ha continuato: “Ci sono anche ebrei palestinesi e cristiani palestinesi, e c’era una convivenza con la famiglia musulmana palestinese di mio padre quando è nato in Palestina nel 1948. Vi auguro pace”.

Model Girls: Le due famose sorelle sono palestinesi e olandesi, entrambe diventate alcune delle top model più richieste al mondo.  Nella foto febbraio 2020

Model Girls: Le due famose sorelle sono palestinesi e olandesi, entrambe diventate alcune delle top model più richieste al mondo. Nella foto febbraio 2020