TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Dr Caracino sui protocolli di sicurezza per i malati di cancro in Italia durante COVID-19

Marina Sierra Caracino, MD, parla dei principali protocolli di sicurezza lanciati per i malati di cancro in Italia durante le epidemie di COVID-19.

Marina Sierra Caracino, MD, Professore di Medicina, Dipartimento di Medicina, Knop Center for Biomedical / Oncology, University of Chicago, Govt. .

All’inizio dell’epidemia di COVID-19, ospedali e centri oncologici in Italia hanno cercato di ritardare tutti i trattamenti che non erano essenziali per i malati di cancro, comprese le scansioni TC e la risonanza magnetica, dice Carasino.

Dopo la prima ondata di infezioni da COVID-19, i sistemi avanzati all’interno dei centri oncologici hanno permesso il ripristino delle cure normali, spiega Carasino. Tuttavia, l’incapacità di portare uno dei pazienti in clinica è una limitazione significativa dei protocolli di sicurezza, afferma Carasino. Inoltre, i pazienti dovrebbero essere testati per COVID-19 prima di essere trattati, le maschere dovrebbero essere cambiate frequentemente e le mani dovrebbero essere lavate frequentemente, dice Carasino.

Poiché tali misure di sicurezza sono in atto, Caracino conclude che i pazienti con cancro sono generalmente protetti dal ricevere Covid-19 in ospedale, poiché i pazienti Covid-19 sono assegnati a una sezione o area separata dell’ospedale.

READ  La madre della donna scomparsa sta vivendo "l'incubo di tutti" mentre il 38enne continua a cacciare