TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Dopo la terapia intensiva: un paziente Covid incontra uno dei medici che gli hanno salvato la vita | Notizia

Più di un quarto dei pazienti Covid sono stati ricoverati in Inghilterra durante i primi mesi della pandemia morto di malattia. Il personale della terapia intensiva era così preoccupato per gli effetti di questi dati sui pazienti che alcuni hanno affisso poster con la scritta: “La maggior parte delle persone esce di qui viva”.

Uno di quelli che l’ha fatto è stato Carl Gray, 60 anni, ministro dell’ALA del nord di Londra. È stato trasferito all’Homerton Hospital, ad Hackney, nella prima ondata nel Regno Unito il 4 aprile. Non riusciva a respirare. L’ultima cosa che ricorda è l’ambulanza nella baia. Il resto è vuoto.

La dottoressa Susan Jane, uno dei paramedici che ha lavorato per salvargli la vita, stava descrivendo le scene senza precedenti negli ospedali del SSN mentre stavano lavorando contro un virus che non comprendevano appieno, senza alcun vaccino in vista.

Genitori Castello di Sirin racconta Rachel Humphries Come Susan e Carl sono stati riuniti in un recente articolo di una rivista e la passione che ha suscitato in entrambi. Hanno discusso della fede, della famiglia e della risposta comunitaria più ampia al Covid negli ultimi 18 mesi. Cosa significa sopravvivere a una malattia che ha ucciso più di 130.000 persone nel Regno Unito?

Dr. Susan Jane e Carl Gray

Foto: Harry Borden/The Guardian

sostieni il portiere

Il quotidiano The Guardian è editorialmente indipendente. Vogliamo mantenere la nostra stampa aperta e accessibile a tutti. Ma abbiamo sempre più bisogno che i nostri lettori finanzino il nostro lavoro.

sostieni il portiere

READ  La pressione viene interrotta e la superconduttività rimane ad alte temperature