TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Dominic Raab critica la Cina “sconsiderata” mentre Pechino incolpa una massiccia violazione dei dati | Politica | notizia

L’Ufficio per gli affari esteri e lo sviluppo degli esteri e del Commonwealth ha affermato di unirsi a “partner con idee simili” nei comprovati attori cinesi sostenuti dallo stato responsabili dell’accesso alle reti di computer in tutto il mondo tramite i server Microsoft Exchange. Gli attacchi si sono verificati all’inizio di quest’anno, colpendo oltre un quarto di milione di server in tutto il mondo. In un pungente attacco alla Cina, il ministro degli Esteri Dominic Raab ha affermato che l’attacco informatico da parte di “gruppi sostenuti dallo stato cinese” faceva parte di un “modello di comportamento sconsiderato ma familiare”.

Era infuriato in una dichiarazione: “L’attacco informatico su Microsoft Exchange Server da parte di gruppi sostenuti dallo stato cinese è stata una tattica spericolata ma familiare.

“Il governo cinese deve porre fine a questo sistematico sabotaggio informatico e può aspettarsi di essere ritenuto responsabile in caso contrario”.

Il Dipartimento di Stato ha avvertito che l’attacco “è molto probabile che consenta operazioni di spionaggio su larga scala, compresa l’acquisizione di informazioni di identificazione personale e proprietà intellettuale”.

Al momento della violazione dei dati all’inizio di quest’anno, “il Regno Unito ha fornito rapidamente consigli e azioni consigliate per le persone colpite e Microsoft ha affermato che entro la fine di marzo, il 92% dei clienti aveva corretto la vulnerabilità”.

Più di 70 organizzazioni nel Regno Unito sono state hackerate da un gruppo legato a Pechino, il National Cyber ​​Security Center (NCSC).

Stretti alleati degli Stati Uniti, della NATO e dell’Unione Europea hanno sostenuto questa attribuzione.

L’hacking del server ha sollevato enormi campanelli d’allarme poiché gli hacker lasciano le reti delle vittime aperte a ulteriori attacchi da parte di criminali.

READ  Coronavirus News Live: chiede un aumento delle vaccinazioni poiché i casi di infezione da coronavirus sono quasi triplicati

Funzionari dell’NCSC hanno affermato che era “quasi certo” che l’attacco fosse stato avviato e sfruttato da un rappresentante cinese sostenuto dallo stato.

Per saperne di più: Presa di potere dell’UE: Bruxelles chiede che venga issata la bandiera dell’UE alle Olimpiadi di Tokyo 2020

“Questo comportamento irresponsabile e dannoso ha comportato significativi rischi per la sicurezza e perdite economiche per le nostre istituzioni governative e aziende private e ha dimostrato effetti indiretti e sistemici sulla nostra sicurezza, sulla nostra economia e sulla nostra società in generale”.

Separatamente, il Dipartimento di Stato ha anche affermato che stava ponendo il Ministero della sicurezza dello Stato cinese come responsabile di un’attività che gli esperti di sicurezza informatica conoscono come “APT40” e “APT31”.

Il gruppo APT40 è stato accusato di prendere di mira le industrie marittime e gli appaltatori della difesa marittima, mentre l’APT31 è stato accusato di prendere di mira entità governative, incluso il parlamento finlandese, e figure politiche.

In un comunicato stampa sul sito web del governo del Regno Unito, il Foreign Office ha aggiunto che il governo cinese ha “ignorato le ripetute richieste di porre fine alla sua campagna spericolata, e ha invece permesso ai suoi rappresentanti sostenuti dallo stato di aumentare la portata dei loro attacchi e di agire in modo avventato dopo l’arresto”. “.

La comunità internazionale esorta la Cina ad “assumersi la responsabilità delle sue azioni e rispettare le istituzioni democratiche, i dati personali e gli interessi commerciali di coloro con cui cerca di collaborare”.

La Gran Bretagna ha anche chiesto alla Cina di mantenere l’impegno preso con il Regno Unito nel 2010 “di non condurre o sostenere il furto della proprietà intellettuale dei segreti commerciali online”.

Il ministero degli Esteri ha dichiarato: “Il governo cinese ha ignorato i ripetuti appelli per porre fine alla sua sconsiderata repressione, consentendo invece ai suoi rappresentanti sostenuti dallo stato di aumentare la portata dei loro attacchi e agire in modo avventato dopo l’arresto.

READ  Fino a 5 milioni di turisti britannici potrebbero essere esclusi dall'Europa

“Questa azione coordinata vede oggi la comunità internazionale esortare ancora una volta il governo cinese ad assumersi la responsabilità delle sue azioni e a rispettare le istituzioni democratiche, i dati personali e gli interessi commerciali di coloro con cui cerca di collaborare.

Il Regno Unito invita la Cina a riaffermare l’impegno assunto nei confronti del Regno Unito nel 2015 e nell’ambito del G20 di non svolgere o sostenere il furto elettronico di segreti commerciali di proprietà intellettuale.

Questa è una storia spezzata. Altro da seguire…