TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

D-Orbit annuncia il completamento con successo di

FINO MORNASCO, ITALIA, 26 luglio 2021 (GLOBE NEWSWIRE) – D-Orbit, la società di trasporto e logistica spaziale, ha annunciato di aver completato con successo la fase di dispiegamento della missione WILD RIDE. Come parte di questa fase, ION Satellite Carrier (ION) di D-Orbit, il veicolo di trasporto spaziale proprietario dell’azienda, ha dispiegato con successo tutti e sei i satelliti ospitati a bordo e ora continuerà a visualizzare 12 payload ospitati in orbita..

La missione WILD RIDE è iniziata il 30 giugno, con il lancio di ION SCV 003 a bordo del veicolo di lancio SpaceX Falcon 9 dallo Space Launch Complex 40 (SLC-40) a Cape Canaveral, in Florida. Durante la fase di dispiegamento, che è stata completata il 24 luglio, il vettore satellitare ION ha lanciato piccoli satelliti dalla spagnola Elecnor Deimos, dalla bulgara EnduroSat e dal veicolo spaziale orbitale del Kuwait. Era anche a bordo, sotto contratto con ISILAUNCH e la sua integrazione in QuadPack del produttore di satelliti olandese ISISPACE, il Reaktor Space Lab finlandese, la Marshall Intech Technology degli Emirati Arabi Uniti e la Royal Thai Air Force. Ogni satellite è stato distribuito in uno slot orbitale dedicato.

È sempre emozionante completare la fase di distribuzione,ha affermato Renato Panese, COO di D-Orbit. “Questo è il nostro terzo incarico in nove mesi e ciascuna di queste missioni è stata caratterizzata da un livello di complessità crescente e sono molto orgoglioso di dire che il team l’ha gestita in modo impeccabile. Meno di un anno fa, abbiamo dimostrato il concetto di micropropagazione nello spazio, e ora questo processo altamente complesso è diventato quasi di routine per noi”.

WILD RIDE è il terzo volo della ION Satellite Carrier, il veicolo di trasporto orbitale progettato, prodotto e gestito da D-Orbit per trasportare un gruppo di satelliti nello spazio e distribuirli individualmente ciascuno nell’orbita designata, eseguendo operazioni come un terzo. Carichi terminali.

READ  La linea Waterloo e City London riapre per la prima volta da marzo 2020 | metropolitana di Londra

Questo è un altro grande risultato e un altro passo verso la nostra visione di un’infrastruttura di logistica spaziale che consenta il pieno potenziale dell’economia spaziale. Immagina il numero di nuove attività spaziali che potrebbero formarsi se non ci fossero confini, posizioni fisse o vincoli di tempo. Immagina come l’intero ecosistema spaziale potrebbe crescere più velocemente se una tecnologia innovativa e dirompente potesse essere testata nello spazio in una frazione del tempo.ha affermato Luca Rossetini, CEO di D-Orbit. “Bene, ora smettila di fantasticare: questa è già una realtà. La nostra infrastruttura orbitale è al servizio delle aziende spazio-terra e spazio-spazio per costruire, insieme, il più grande mercato di sempre.. “

Il veicolo utilizzato in questa missione è dotato di un innovativo sistema plug-and-play per i payload in hosting già testato nella missione precedente. D-Orbit si sta ora preparando per la fase dimostrativa in orbita della missione, che prevede il test del LaserCube, un dispositivo di comunicazione ottica del Progetto Stellar italiano, e Nebula, un servizio di cloud computing e archiviazione dati on demand in orbita che è al centro dei servizi avanzati di D-Orbit. Durante questa fase, verrà dimostrata una gamma di applicazioni innovative che utilizzano tecnologie avanzate di Intelligenza Artificiale / Machine Learning (AI / ML).

La prossima missione di trasferimento orbitale di D-Orbit con ION, la sua quarta in 15 mesi, è prevista per dicembre 2021.

Un video pubblicato può essere trovato qui.

Informazioni su D-Orbit

D-Orbit è un leader di mercato nella logistica spaziale e nei servizi di trasporto con una comprovata esperienza di tecnologie collaudate nello spazio e missioni di successo.

READ  La benzina raggiunge il prezzo più alto in quasi otto anni dopo l'ultimo aumento mensile delle pompe | Notizie di affari

Fondata nel 2011, prima dell’alba del nuovo mercato spaziale, D-Orbit è la prima azienda a soddisfare le esigenze logistiche del mercato spaziale. Il vettore satellitare ION, ad esempio, è un veicolo spaziale in grado di portare i satelliti in orbita e lanciarli individualmente in slot orbitali distinti, riducendo i tempi dal lancio alle operazioni fino all’85% e i costi di lancio per un’intera costellazione di satelliti fino a 40 %. ION può anche ospitare vari payload di terze parti come tecnologie innovative sviluppate da startup, esperimenti di enti di ricerca e strumenti di aziende aerospaziali tradizionali che richiedono test in orbita.

L’azienda ha consegnato con successo 63 payload commerciali nello spazio sviluppando prodotti e servizi avanzati per le esigenze di domani.

D-Orbit è una delle principali società di infrastrutture spaziali con uffici in Italia, Portogallo, Regno Unito e Stati Uniti; Il suo impegno nel perseguire modelli di business redditizi, rispettosi dell’ambiente e socialmente vantaggiosi ha portato D-Orbit a diventare la prima azienda spaziale certificata B-Corp al mondo.

Per ulteriori informazioni, non esitate a contattare:

Corbin Mihelic – CSG
[email protected]
+1 316209 9794

Katrina Cazola – Responsabile della comunicazione
[email protected]
+39340 2840792

Elena Sanfilippo Ceraso – Responsabile Media
[email protected]

Patricia Tamaro Silva – Relazioni con gli investitori
[email protected]

Seguici:

LinkedIn: www.linkedin.com/company/d-orbit
Facebook: facebook.com/deorbitaldevices/
Cinguettio: twitter.com/D_Orbit
Instagram: instagram.com/wearedorbit/