TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Centinaia di strumenti di pietra usati da Homo erectus un milione di anni fa sono stati scoperti in una miniera abbandonata nel deserto

Si pensa che centinaia di strumenti di pietra realizzati da Homo erectus scoperti in una miniera d’oro nel Sahara abbiano un milione di anni.

Un gruppo di manufatti è stato scoperto dai minatori nel Sudan nord-orientale.

Comprende frese a mandorla e assi manuali con tagliente trasversale.

Gli archeologi ritengono che il sito fosse una sorta di laboratorio, perché sono state preservate anche le schegge di pietra che si sono formate durante la loro produzione.

Si ritiene che sia il primo esempio confermato di produzione di utensili nel deserto orientale con una cronologia ben confermata.

Asce a mano in quarzite sono state trovate in una miniera d’oro nella regione del fiume Atbara, nel deserto orientale del Sudan. La lavorazione degli strumenti porta gli archeologi a credere che abbiano tra 700.000 e un milione di anni

Un “capanno degli attrezzi” preistorico è stato scoperto in una miniera d’oro abbandonata 45 miglia a est di Atbara nella regione del fiume Atbara nel deserto orientale (EDAR).

La corsa all’oro nel deserto orientale ha portato allo scavo di diverse miniere a cielo aperto, dando agli archeologi una rara opportunità di esaminare gli strati di sedimenti esposti.

I minatori hanno trovato strumenti chiamati spaccature, che avevano un tagliente trasversale simile a un pugno, e mannaie a forma di mandorla con bordi smussati su entrambi i lati.

A causa della scoperta delle schegge di pietra note come debitage insieme agli strumenti finali, gli archeologi ritengono che il sito fosse un laboratorio per la fabbricazione di strumenti di pietra.

Optically Stimulated Luminescence (OSL), che utilizza l’ultima volta che i depositi di quarzo sono stati esposti alla luce, strati datati di terra e sabbia sugli strumenti circa 390.000 anni fa, secondo i risultati del ricercatore pubblicati sulla rivista PLoS ONE.

“Ciò significa che gli strati sottostanti sono decisamente più antichi”, ha detto l’autore principale Miroswave Masogo, ricercatore presso l’Istituto di archeologia dell’Università di Wroclaw.

“A seconda di come sono stati realizzati gli strumenti, penso che potrebbero avere più di 700.000 anni – forse anche un milione di anni – simili alle loro controparti sudafricane”.

Mappa del Sudan che mostra la posizione del deserto orientale del fiume Atbara (EDAR) all'interno del deserto orientale

Mappa del Sudan che mostra la posizione del deserto orientale del fiume Atbara (EDAR) all’interno del deserto orientale

Homo erectus aveva nuclei di quarzite incrinati (nella foto) nel sito per creare mannaie e altri strumenti di pietra primitivi.

Homo erectus aveva nuclei di quarzite incrinati (nella foto) nel sito per creare mannaie e altri strumenti di pietra primitivi.

Ciò renderebbe la miniera il più antico esempio noto di produzione di utensili nel deserto orientale con una cronologia ben collaudata.

“Gli antichi strumenti si trovano nei deserti, ma non provenivano da strati prima di poter determinare con sicurezza la loro età”, ha detto Masuji.

Masogo ha detto che le mannaie trovate nella miniera sono tipiche di ritrovamenti in Etiopia e Kenya che risalgono a un milione di anni fa.

I pozzi di impatto (nella foto) indicano che il sito è stato utilizzato anche per la lavorazione del legno, delle ossa e di altri materiali

I pozzi di impatto (nella foto) indicano che il sito è stato utilizzato anche per la lavorazione del legno, delle ossa e di altri materiali

I pozzi di impatto nella miniera indicano che il sito è stato utilizzato anche per la lavorazione del legno, delle ossa e di altri materiali.

Manufatti paleolitici utilizzati sia da Homo erectus che da Homo sapiens sono stati trovati in circa 200 siti nell’area.

READ  Gli astronomi trovano una stella gigante lampeggiante vicino al cuore della Via Lattea | spazio

Il più recente ha circa 60.000 anni, mentre i più antichi hanno 500.000 anni.

Asce a mano (a) e mannaie (b) dal sito, ritenuto il più antico esempio di produzione di utensili nel deserto orientale con una cronologia ben confermata

Asce a mano (a) e mannaie (b) dal sito, ritenuto il più antico esempio di produzione di utensili nel deserto orientale con una cronologia ben confermata

La corsa all'oro nel deserto orientale ha portato alla perforazione di diverse miniere a cielo aperto, offrendo agli archeologi una rara opportunità di esaminare gli strati di sedimenti esposti.

La corsa all’oro nel deserto orientale ha portato alla perforazione di diverse miniere a cielo aperto, offrendo agli archeologi una rara opportunità di esaminare gli strati di sedimenti esposti.

“Ora abbiamo la conferma che ci sono antichità in questa zona che potrebbero essere due volte più vecchie”, ha detto Masuji.

Le parti più profonde della miniera possono contenere strumenti antichi, ma l’instabilità della situazione politica nell’area ne ha reso difficile l’accesso.

L’Homo erectus è apparso per la prima volta nel contesto del cambiamento climatico e della deforestazione nell’Africa equatoriale circa due milioni di anni fa.

Fu la prima specie umana a mostrare proporzioni e andatura simili a quelle umane, con una faccia piatta, naso prominente e peli radi.

Chi era l’HOMO ERECTUS?

Pensato per essersi evoluto circa 2 milioni di anni fa in Africa, l’Homo erectus è stata la prima specie umana a diventare un vero viaggiatore del mondo.

È noto che sono migrati dall’Africa all’Eurasia e si sono diffusi fino alla Georgia, Sri Lanka, Cina e Indonesia.

Avevano dimensioni da poco meno di cinque piedi a più di sei piedi, con una struttura e un portale simili agli umani moderni

Con un cervello più piccolo e una fronte più pesante dell’Homo sapiens, si pensa che siano stati un importante passo evolutivo nella nostra evoluzione.

In precedenza, tuttavia, si pensava che H. erectus fosse scomparso circa 400.000 anni fa Stime recenti indicano che si è estinto solo 140.000 anni fa.

Si ritiene che abbia dato alla luce una serie di diverse specie umane estinte tra cui Homo heidelbergensis e Homo antecessor.

READ  La mappa delle scuole "cancerogene" mostra una terrificante bomba a orologeria - con le aree con il muro rosso le più colpite | Politica notizia