TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Capri, l’isola azzurra d’Italia, emerge dagli azzurri contagiati

Sebbene le restrizioni sulla malattia da virus corona (COVID-19) siano state allentate nella maggior parte del paese, il 28 aprile 2021 a Capri, in Italia, è stato trovato un bagno abbandonato sull’isola meridionale di Capri. REUTERS / Antonio Denti

Il mondo di Capri è sempre blu: il colore dell’acqua intorno all’isola del Mediterraneo, le sue numerose barche da pesca e, soprattutto, la luce nella sua Grotta Azzurra.

Ora, l’affascinante destinazione turistica con fantastiche ville, maestosi ristoranti e negozi di livello mondiale spera di scrollarsi di dosso il contagioso blues dopo più di un anno di lentezza.

“Sento uno spirito positivo, un senso di riscatto”, ha detto Paulo Federico, direttore generale dell’hotel a cinque stelle Punta Tragra. “Forse questa preoccupazione non fa più parte del nostro bagaglio.”

Come altre parti d’Italia, Capri sta riaprendo lentamente. Il 26 aprile è nuovamente possibile cenare all’aperto, mentre i pasti al coperto sono consentiti all’inizio di giugno.

Il turismo sull’isola, famosa per le abitudini di superstar come Audrey Hepburn e Sophia Loren e successivamente Tom Cruise e Jennifer Lopez nel secolo scorso, è diminuito di circa il 70% nel periodo pre-epidemico, con una visita annuale di tre milioni di persone.

Ispira la fiducia dei negozi di moda di lusso e dei migliori ristoranti come La Cabanna, dove una foto di Onassis che mangia Jackie Kennedy e Aristotele 50 anni fa è appesa al muro, e per cacciatori, pescatori e operatori nautici moderati.

Per Vincenzo Icarino, il capo dei barcaioli della Grotta Azzurra dell’isola, era strano che Capresi – come venivano chiamati gli indigeni dell’isola – mantenere il luogo per lo più dentro di sé, come se in una ricetta mancasse un ingrediente fondamentale.

READ  La metà dei sostenitori della Brexit "non si è lasciata alle spalle" gli elettori del Muro Rosso | Brexit

“È bello, ma non balla” senza il pubblico, ha detto, usando la popolare sciocchezza italiana “Bella Ma non balla”.

Icarino, 57 anni, armatore autorizzato e autorizzato a portare i turisti nella famosa Grotta Azzurra di Capri, come suo padre li ha pascolati negli ultimi 33 anni con un’apertura stretta e bassa.

La luce del sole che passa attraverso la fossa sottomarina crea un magico riflesso blu, che l’imperatore romano Tiberio, proprietario di una villa sull’isola, avrebbe usato come sua buca per nuotare 2.000 anni fa.

Quattordici delle 20 regioni italiane, compresa la regione Campania in cui Capri si trova al largo della costa di Napoli, sono state designate come zone gialle con un rischio COVID relativamente basso. Cinque sono classificati come arancioni e uno come rosso.

“Sono fiducioso che lavoreremo perché un altro anno (non lo sopportiamo) come l’anno scorso”, ha detto Icarino.

L’Unione europea (UE) ha dichiarato che sarà in grado di viaggiare negli Stati membri quest’estate se i visitatori statunitensi della tradizionale destinazione turistica di Capri saranno vaccinati. L’Europa è pronta a lanciare il progetto “Green Pass” per la salute digitale a giugno per salvare le festività natalizie.

Il sindaco di Capri, Marino Lembo, ritiene che la situazione disastrosa sia finita per i 14.000 residenti dell’isola.

“Siamo ottimisti sul fatto che il mondo sia cambiato e che siano successe molte cose negative, ma guardando al futuro, spero che usciremo lentamente da questa situazione e rispetteremo le regole”, ha detto.

I nostri standard: Principi della Thomson Reuters Foundation.