TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Brian Cox ha chiuso la domanda di Lauren Kelly sui “fantasmi” con una risposta secca: “No!” | scienza | Notizia

Sin dai tempi antichi, le storie di fantasmi – racconti di coloro che sono tornati dai morti e perseguitano i vivi – sono stati importanti nel folklore delle culture di tutto il mondo. In quanto tale, esiste una ricca classe di fantasmi e spiriti; Dalle regine ai politici, agli scrittori e ai gangster, molti dei quali sono morti prematuramente o in circostanze misteriose. Il fantasma è anche conosciuto come lo spettro e si basa sull’idea che l’anima di una persona esiste separatamente dal suo corpo e può continuare ad esistere dopo la morte di quella persona.

Per affrontare questo problema, molte società hanno iniziato a tenere funerali come un modo per garantire che i morti non tornino a “cacciare” i vivi.

Mentre l’esistenza dei fantasmi era probabilmente vista come un fatto inconfutabile, la scienza moderna ha costantemente negato la possibilità di una tale realtà, pubblicando persino esperimenti per confutare l’idea dello “spirito” di una persona vivente.

Brian Cox, un famoso fisico e scienziato spaziale, ha chiuso la domanda di Lauren Kelly sull’esistenza dei fantasmi mentre è apparsa nel suo spettacolo di Halloween nel 2018.

Lo scienziato è noto per scegliere e rispondere abilmente alle domande, considerando tutte le possibilità prima di trarre una conclusione.

Tuttavia, Cox è stato meno metodico qui, e quando gli è stato chiesto della sua posizione sull’idea degli spiriti, ha risposto: “No, purtroppo, penso”, prima di ridere goffamente.

E ha continuato, “Ma è interessante; riguarda la nostra percezione – facciamo molte misurazioni del mondo e vediamo cose, elaboriamo tutte queste cose nel nostro cervello – e a volte, qualcosa non è pianificato, succede qualcosa di strano, e noi attribuire grande importanza a queste cose”.

READ  Avviso di epidemia di influenza aviaria: il primo essere umano infettato da un nuovo ceppo virale in Cina | Il mondo | notizia

“Quindi, per quanto possiamo dire, per quanto possiamo dire, per quanto comprendiamo la scienza, e per quanto comprendiamo la scienza bene… no!”

“Ma non voglio rovinare Halloween: è molto divertente!” ha aggiunto Cox.

appena dentro: Elon Musk sostiene la Brexit con una nuova base al largo della costa del Regno Unito

Il 65enne Bill Nye, un intervistatore scientifico noto per la sua serie TV Bill Nye The Science Guy dal 1993 al 1998, ha discusso la questione della vita dopo la morte in un video di Big Think insieme al fisico Michio Kaku, allo scrittore scientifico Michael Shermer e al pastore e l’ex autore Rob Bell.

Ha detto che la maggior parte delle persone immagina che la vita dopo la morte coinvolga le nostre anime che prendono una versione idealizzata di noi stessi dal nostro passato.

Tuttavia, ha affermato che ciò è altamente improbabile perché la maggior parte delle persone tende a morire in età avanzata, il che rende insolito che lo spirito non ci assomigli al momento della nostra morte.

Ha detto: “Tutti moriranno. Non ho incontrato nessuno che non morirà.

“Non ho mai incontrato nessuno di una certa età che non sia effettivamente morto. È disgustoso!

“Ora questa è la prova del perché non credo nell’aldilà”.