TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Andy Murray scivola di nuovo anni nella sconfitta agli US Open contro Stefanos Tsitsipas | US Open Tennis Championship

Quando gli US Open hanno rivelato il pareggio al primo turno di Andy Murray contro Stefanos Tsitsipas, terza testa di serie in forma, molti spettatori hanno reagito con agonia e pietà. Un’altra settimana, un’altra fetta di fortuna brutale, si diceva. Alla sua conferenza stampa pre-torneo, a Murray è stato chiesto della sua incapacità di “prendersi una pausa”.

Ma quello è Andy Murray, l’ex numero 1 al mondo, ancora la persona più competitiva e determinata nella maggior parte delle stanze in cui sia mai entrato, e quindi ha semplicemente preso come una sfida per produrre il suo miglior tennis. Sorprendentemente, è esattamente quello che ha fatto quando ha quasi preso una vittoria enorme, portando Tsitsipas due set a uno prima di cadere in sicurezza 2-6, 7-6 (7), 3-6, 6-3, 6-4 quattro ore dopo e 48 minuti

Murray è iniziato come un sogno. Inseguendo i colpi, Tsitsipas ha appuntato il suo corner posteriore ed è stato decisivo quando ha scelto di intervenire e attaccare il suo diritto. Ogni volta che sigilla un altro gioco, alza trionfante la sua racchetta al cielo. Il suo miglior gruppo in quattro lunghi anni è culminato in un primo colpo migliore e tranquillo che ha costantemente rivelato il ritorno di Tsitsipas al servizio.

Durante il secondo set, il servizio di Tsitsipas è migliorato e ha iniziato a dettare più punti con un dritto e la coppia alla fine si è trovata in fondo al tiebreak. Ma non c’è una vecchia partita per Murray senza drammi e sul 5-3, Murray si è tirato indietro. Stava sudando copiosamente, quindi le sue scarpe erano bagnate e scivolose. Quando è stato distratto da loro, abbaiando verso la sua casella, Tsitsipas ha giocato a tennis senza fallo 4-6 per recuperare e prendere il set di tiebreak.

Piuttosto che il tiebreak essere un punto di svolta, Murray ha preso un vantaggio di 3-0 nel terzo set e ha affrontato tutte le sfide giocando liberamente. Innanzitutto, ha salvato quattro break point sul 3-1 con una serie di servizi massicci e tiri creativi. Poi, mentre stava tirando fuori il set sul 5-3 da 15-30 dietro, ha seguito il gol della vittoria con un dritto a 92 miglia orarie con un superbo tiro al volo e un volo al volo. Tornò al suo posto, gridando alla folla: “Non ho finito, andiamo!”

Tsitsipas ha trascorso la pausa tra le serie ricevendo cure mediche sul piede, ma il suo disagio lo ha costretto solo a salire di livello. Quando ha iniziato ad accorciare i punti, il suo rovescio è esploso e Murray ha iniziato a sembrare stanco. Tsitsipas ha preso un vantaggio di 5-0 e poi ha tenuto 6-3 per forzare il quinto set.

Prima del set finale, Tsitsipas è andato per la seconda pausa sotto la doccia e non è tornato per sette minuti. Mentre aspettava, Murray si è lamentato con il governatore e sovrintendente, Jerry Armstrong. Ha poi subito perso il servizio all’inizio del set finale con un potente dritto. Da questa incapacità istantanea Murray ha combattuto fino alla morte, ma Tsitsipas ha colpito il dritto e il grande servizio ogni volta che ha dovuto affrontare la pressione. Dopo quasi cinque ore sul campo, ha terminato la partita.

Dopo il modo in cui Murray è stato smantellato da Denis Shapovalov nel terzo turno di Wimbledon e la sua sconfitta anticipata nei recenti eventi sul cemento americano, non era possibile spingere uno dei primi tre giocatori nel quinto set. Ma per Murray, questa è la giustificazione per quello che ha sempre detto.

C’erano molte opinioni sulla sua continua presenza nel gioco. Critiche a lui che ha preso jolly in diversi eventi, pietà per una carriera apparentemente in declino e persino il suggerimento ben intenzionato che ha accettato la sua attuale distinzione come 112esimo giocatore al mondo e le prime sconfitte.

Non l’ha fatto. Mentre ha lottato attraverso una serie incessante di attacchi negli ultimi 18 mesi, Murray ha costantemente sottolineato che se è in grado di capire il suo corpo, sarà comunque in grado di giocare ad alto livello, anche se non lo fa. sa bene cosa sta succedendo. Questo è il livello. Il suo ragionamento è semplice e convincente: non ha dimenticato come si gioca a tennis.

In vista del torneo, Murray ha detto che nelle ultime settimane era finalmente riuscito ad allenarsi ad un ritmo regolare. Questo non è stato il caso di Wimbledon, dove ha fortemente limitato le sue ore di allenamento per gestire un infortunio all’inguine. Murray era frustrato dalla sua recente forma negli Stati Uniti, ma per una volta è stato in grado di concentrarsi sul miglioramento del suo gioco piuttosto che preoccuparsi solo di scendere in campo.

Il risultato, anche in caso di sconfitta, è impagabile. Contro uno dei migliori giocatori al mondo, Murray ha mostrato a se stesso e agli altri di cosa è ancora capace. Potrebbe aver perso al primo turno, e per la prima volta nella sua carriera lì, ma dovrebbe lasciare New York incoraggiato dalla sua prestazione e ha bisogno di più.

READ  L'allenatore del Manchester United Ole Gunnar Solskjaer spiega le trattative per la finestra di trasferimento