TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Aiuti esteri: fonti affermano che Boris Johnson è “tutto fuori” per evitare una rivolta dei Tory sui tagli al budget estero | Notizie dal Regno Unito

Boris Johnson ha evitato una rivolta da parte di alcuni dei suoi parlamentari conservatori per i tagli al budget degli aiuti esteri, ha capito Sky News.

Trenta conservatori, tra cui l’ex primo ministro Theresa May e quattro ministri del governo, hanno sostenuto la rivolta contro il taglio di 4 miliardi di dollari e speravano di forzare un voto sulla questione.

Ma un gruppo laburista ha detto a Sky News che la sentenza della Camera dei Comuni secondo cui l’emendamento proposto alla proposta di legge sull’Agenzia per la ricerca e l’innovazione avanzata non era inteso era “tutto compreso”.

Immagine:
Trenta conservatori in questo caso rischiano di ribellarsi al governo

Secondo la procedura parlamentare, il segretario generale Sir Lindsay Hoyle deve selezionare gli emendamenti sulla base del parere dei suoi autori e decidere se consentire un voto su di essi.

L’emendamento proposto mira a garantire che il governo ristabilisca l’obiettivo dello 0,7% dal prossimo anno – dai finanziamenti per questo nuovo istituto scientifico “ad alto rischio”, coprirà la legge – se non verrà raggiunto in modi alternativi.

Ma Andrew Mitchell, deputato conservatore ed ex segretario allo sviluppo internazionale, non ha ancora deciso se accettare l’emendamento dell’oratore e consentirne la votazione stasera.

Il principale ribelle della spina dorsale, il signor Mitchell, ha dichiarato a Sky News: “Non so da dove provenga questa informazione, penso che stia circolando, ma in realtà sono uscito da un incontro con il signor Speaker, in cui abbiamo messo la nostra visione su di lui – I so che il signor Speaker non ha ancora preso una decisione. “

La spesa per gli aiuti della Gran Bretagna è stata tagliata dal presidente lo scorso novembre, ma è stata vista come una misura temporanea, ma senza voto in parlamento. Il signor Sunak disse ai legislatori dell’epoca che mantenerlo ad un livello elevato “non poteva giustificare il popolo britannico”.

Andrew Mitchell MP
Immagine:
L’ex segretario conservatore per lo sviluppo internazionale Andrew Mitchell afferma che il presidente generale Sir Lindsay Hoyle non ha ancora deciso se scegliere l’emendamento dei ribelli.

Un ribelle conservatore ha dichiarato: “L’Assemblea generale è insultata. Il governo era molto desideroso di evitare un voto sul taglio. Dobbiamo essere una democrazia”.

READ  UK Govt Live: il 60% dei giovani di età compresa tra 45 e 49 anni ha ora un vaccino contro il virus corona, afferma Boris Johnson | Politica

Parlando a Sky News lunedì, l’ex ministro conservatore David Davis ha affermato che il taglio è “inutile” e “non ha senso economico”.

“Come avete sentito da Lisa Nandi e da altri, minerebbe la nostra posizione – una posizione conquistata molto duramente chiamata soft power, il nostro rispetto nel mondo se volete – e anche questo la diminuirà.

“Ma per me il problema è la vita, la vita dei bambini e, ovviamente, lo sosterrò anche se è una politica impopolare.

“Non voglio essere un membro del governo o un sostenitore del governo, che decide effettivamente che porterà alla morte di decine di migliaia di bambini”, ha detto.

L'ex segretario alla Brexit David Davis MP
Immagine:
L’ex ministro conservatore David Davis ha affermato che il taglio agli aiuti esteri “non era necessario”

Meno di $ 10 miliardi sono assegnati ai settori per la spesa in aiuti esteri nel 2021-22 e più di $ 14 miliardi nel 2019-20.

Anche il ministro degli Esteri ombra del Labour, Lisa Nandi, ha invitato il primo ministro a cambiare idea.

“Lui (Boris Johnson) può cambiare idea, può capovolgere la situazione, può ammettere che è sbagliato tagliare gli aiuti globali nel mezzo di un’epidemia.

“Questo è miope, non è nell’interesse della Gran Bretagna, può risolverlo molto rapidamente”, ha detto a Sky News.

Ma l’avvocato generale Lucy Fraser ha sostenuto la posizione del governo.

“L’anno scorso siamo stati il ​​terzo più grande donatore al mondo in termini di aiuti internazionali, quindi generalmente paghiamo una cifra significativa per aiutare il mondo.

Rifugiati etiopi nel campo di Um-Rakoba al confine con il Sudan.  File immagine
Immagine:
Meno di $ 10 miliardi dovrebbero essere stanziati per la spesa in aiuti esteri nel 2021-22

“Anche senza lo 0,7% quest’anno, investiremo 10 miliardi di dollari – questo è molto importante.

READ  Khair Stormer: Produzioni o pausa per i laburisti nei prossimi mesi | Khair Stormer

“Ma siamo nel bel mezzo di un’epidemia ed è importante sostenere lo sforzo anche qui”, ha detto a Sky News.

Due terzi del referendum dello scorso anno hanno sostenuto una riduzione degli aiuti esteri a causa delle sfide finanziarie interne.