TRVPPINAPLES

La musica di Smino tra soul e hip hop

Non è facile etichettare un modo di fare musica così innovativo come quello di Chris Smith Junior, in arte Smino.

Nasce 26 anni fa a St. Louis, nel Missouri, città in cui è storicamente radicato il Jazz e il Blues. Smino nella musica afro ci è nato: suo padre suonava le tastiere, sua madre cantava e suo nonno era bassista per il grande Muddy Waters, “the father of modern Chicago Blues”.

Inizia a suonare la batteria nel coro della chiesa e poi a rappare. La sua carriera di artista comincia nel 2012 con il nome di C.Sm, rappa con il suo amico Bari Allen in un duo chiamato “Young Dumb and Outta Control” (YDOC). Mentre frequenta il Columbia College a Chicago conosce quello che diventerà suo grande amico e manager, Chris Innumerable con il quale si metterà in proprio.

Con l’etichetta “Zero Fatigue” rilascia i suoi primi EP (“S!Ck S!Ck S!Ck” e “Blkjuptr”) nel 2015.

Ma è nel 2017 che arriva il successo con l’album blkswn, rilasciato il 14 marzo, essendo il 314 il codice del suo distretto natìo di St. Louis.

“blkswn” è senz’altro tra gli album più fusion e avanguardisti dell’anno scorso. E’ un mix perfetto di electro funk, new soul, R&B e hip hop, impreziosito da quel suo caratteristico flow.

Ogni canzone è una storia a sé, mai banale, sempre degna di essere raccontata ed ascoltata.

La musica di Smino è fumo in continuo cambiamento ed in continua ricerca del suo spazio, di uno spazio nuovo, a tratti futuristico.

La sua ambizione di innovazione è intelligente e ben studiata, senza tralasciare quelle influenze del passato che possono arricchire anche un genere “moderno” come l’Hip Hop.

Smino ha attirato l’attenzione di T-Pain che lo ha preso sotto la sua ala protettiva, ha iniziato collaborazioni con artisti del calibro di Chance The Rapper, ma soprattutto ha firmato con VEVO, che attualmente lo sponsorizza come artista emergente. Il primo video clip è stato “Anita”, rilasciato un anno fa e che ha superato 1 milione di visualizzazioni, mentre appena due settimane fa è uscito il video di “Wild Irish Roses”, che già conta mezzo milione di views, entrambi estratti dal suo unico album blkswn.

Un’ultima curiosità.

Smino è anche molto attento al suo look ed amante del fashion style, tanto da disegnare una felpa con cappuccio foderato in raso con lo scopo di proteggere il suo hairstyle quando dorme.

Il “Satin-Lined Hoodie” di Smino sta già riscuotendo un enorme successo: sul sito web della sua etichetta “Zero Fatigue” sta andando già a ruba.

Fulvio Mele

Fulvio Mele

Classe '96, laureato in Sociologia alla Federico II di Napoli, scrive per Informare, magazine di promozione socio-culturale, dal 2013.
Per Informare è stato anche vicedirettore dal 2016 al 2018.
Giornalista pubblicista da Marzo 2016.

Supportaci

Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €1.00

SEGUICI

Non essere timido, mettiti in contatto. Amiamo incontrare persone interessanti e fare nuove amicizie.

Antonio Alaia

Alaia Antonio, nato il 2 maggio 1998.
Studente di lettere moderne, attore nella compagnia teatrale "Schultz" di Napoli, redattore presso il magazine "La Testata" e collaboratore di "Trvppinaples"

Rebecca Grosso

Rebecca Grosso, nata a Napoli il 26 maggio 2000. Redattrice scientifica presso il magazine online "La Testata" e collaboratrice per TRVPPINAPLES.

Carlotta Maschio

Carlotta Maschio nasce a Napoli nel 1994 sotto il segno del capricorno. Si laurea in Lettere Moderne presso la Federico Secondo di Napoli, dopo aver conseguito il diploma liceale socio-psico-pedagogico. Attualmente è già redattrice presso il magazine online “La Testata” e presso il magazine online “Neomag”. Si occupa principalmente di costume e moda. Aspira ad ottenere il ruolo di direttrice presso Vogue Us.

Piermichele Vergara

Mario Giangrande

Fulvio Mele

Classe '96, laureato in Sociologia alla Federico II di Napoli, scrive per Informare, magazine di promozione socio-culturale, dal 2013.
Per Informare è stato anche vicedirettore dal 2016 al 2018.
Giornalista pubblicista da Marzo 2016.